FALEGNAME VERONA SOS Legno esegue come servizio il Restauro di tutto ciò che sia in legno,  come Porte, finestre, Travi, Sedie, Scale, Tavoli, scrivanie, Pavimenti, il sig. Paolo è un falegname da
FALEGNAME VERONA
  • Falegname SoS Legno
  • 3471513002
  • info@soslegno.it
  • VERONA
  • Faccio il Falegname: SI
  • Realizzo Mobili su Misura: SI
  • Realizzo Stand per Fiere: Si
  • Eseguo Traslochi: Si
  • Eseguo Sgomberi Appartamenti: SI
  • Restauro: SI
Richiedi preventivo

FALEGNAME VERONA

FALEGNAME VERONA

SOS Legno esegue come servizio il Restauro di tutto ciò che sia in legno,  come Porte, finestre, Travi, Sedie, Scale, Tavoli, scrivanie, Pavimenti, il sig. Paolo è un falegname da circa 30 anni con sede a Bovolone e opera in tutta la provincia di Verona,

FALEGNAME VERONA

FALEGNAME VERONA

Servizi:

RESTAURO RIPARAZIONI E MANUTENZIONI

FALEGNAME A DOMICILIO

RESTAURO PORTE IN LEGNO

Per restaurare le porte interne di legno è Importante munirsi di una mascherina e di un paio di guanti, togliere la porta dai cardini, svitare e asportare le maniglie e la serratura, quindi appoggiare la porta su due cavalletti per poter lavorare in tutta tranquillità e sicurezza. Procedere usando della carta vetrata a grana grossa, cercando di cancellare i graffi e le ammaccature, poi con un panno bagnato con dell'acquaragia dare una passata su tutta la superficie. Usare una spatola per stendere lo stucco (esiste dello stucco specifico per il legno, ma può essere usato un normale stucco da parete), riempendo eventuali buchi rimasti. Ripassare con altra carta vetrata, a grana fine, per togliere tracce di stucco superflue.

Se desideri tutto questo nella massima pulizia lo facciamo noi,

basta chiamarci le faremo un preventivo senza impegno.

 

RESTAURO FINESTRE IN LEGNO

l'usura dovuta all'utilizzo, la lotta contro gli agenti atmosferici, non fanno altro che far apparire vecchie e malandate le nostre care finestre composte da un elegante (almeno all'inizio) e delicato legno. Ma per avere nuovamente una casa dotata di infissi nuovi, non è necessario addossarci una spesa incredibile e comprare tutte le finestre. Basterà infatti ristrutturare quelle vecchie. Con questa guida vedrete come è facile ristrutturare e far tornare a brillare le vostre finestre senza dover ricorrere agli addetti ai lavori. UTILIZIAMO I SEGUENTI ACCORGIMENTI E STRUMENTI:
  • sverniciatore o carta vetrata a grana grossa o pistola ad aria calda
  • impregnante per legno
  • cavalletti o tavolini
  • carta vetrata a grana sottile
  • vernice per legno
  • panno asciutto
  • un pennello medio
  • un pennello piccolo
Una vecchia finestra, così come un qualsiasi vecchio pezzo di legno, si presenta mangiata e/o bucherellata in più punti. La prima cosa che FACCIAMO, è prepararti uno spazio dove lavorare. Assembliamo due cavalletti o un vecchio tavolo, in modo da avere un piano d'appoggio per la finestra che intendi ristrutturare e rivestiamo il pavimento sottostante con dei giornali o dei teli da verniciatura, per evitare di sporcare tutto. Togliamo la finestra che intendi ristrutturare e la poggiamo sul piano di lavoro.
 

RESTAURO SCURI E INFISSI IN LEGNO

Gli infissi o scuri di legno della tua casa, sono rovinati dal cambiamento della temperatura e dagli agenti atmosferici e necessitano di una bella restaurazione?, tutto il necessario per restaurare i tuoi infissi di legno, Siamo specialisti le ridaremo i suoi infissi come nuovi. Utilizziamo:
  • Carta vetrata grana 150-200
  • Uno sverniciatore liquido
  • Una Levigatrice Q.B.
  • Stucco per il legno Indurente e impregnante per il legno
  • Conservante e antitarlo per il legno
  • Acquaragia e smalto.
  • Spatole,
  • punteruolo e scalpello
  • Serie di giravite
  • Martello,
  • guanti da lavoro
  • Pennelli piatti
restaurare l'infisso, è necessario indossare dei guanti. Dopodiché procediamo alla rimozione dell'infisso e poggiarlo su un qualsiasi tavolo da lavoro. Dopo ciò è opportuno togliere tutti i vetri che vi si trovano sul'infisso. Nel caso in cui il vetro dovesse esser fissato con lo stucco, lo rimuoviamo, aiutati con uno scalpello. Fatto ciò,  con lo sverniciare il vetro con uno strato spesso, di sverniciatore liquido. Per spalmare questo liquido usiamo un pennello piatto. Dopo un po' di tempo la vernice inizierà piano piano a sollevarsi e, a quel punto, con una spatola, bisogna staccare tutta la vernice facendo attenzione a non rovinare il legno. Fatto ciò passiamo con la carta vetrata nei punti più difficili in modo che il telaio sia liscio e ben pulito. Se alcune parti del legno dovessero esser un po' più scure delle altre o hanno dei forellini fatti dai tarli, vuol dire che il legno ha subito delle infiltrazioni d'acqua e,  prima di passare alla fase successiva, bisogna rimediare al più presto al danno subito. Per rimediare ai danni, con un punteruolo, di uno scalpello e di un martello. Per prima cosa rimuoviamo le parti di legno marcio dopodiché spazzola la parte danneggiata in modo da togliere tutti i residui di polvere. Adesso con un pennello piatto medio, stendiamo il conservante per il legno e attendi che esso si asciughi per bene. Nel caso in cui la parte danneggiata è stata presa di mira dai tarli, è necessario far uso di un antitarlo sul legno stesso. La stuccatura. lo stucco e mescolato insieme all'indurente a base di resina. Dopo aver mischiato lo stucco, con delle spatole, iniziamo ad otturare tutti i buchi e tutte le parti interessate che si è pulito prima di farle asciugare. Quando lo stucco è asciutto, con uno straccio umido, togliamo lo stucco in eccesso e dopo si carteggia queste parti con della carta vetrata, al fine di ottenere una superficie del tutto liscia. alla fine passiamo uno straccio per togliere i residui di polvere. Dopo aver passato con lo stucco e dopo aver pulito il legno, ti dovrai servire di un impregnante per il legno. Con l'aiuto del pennello, dai una prima mano di vernice impregnante, in modo da ottenere, su tutto il telaio, un colore uniforme e lasciala asciugare. Quando è asciutto, se vi sono create delle impurità, carteggiale con della carta sottile e riverniciare, nuovamente, la parte interessata in maniera uniforme.
 

RESTAURO PAVIMENTO IN LEGNO " PARQUET "

Un pavimento in Legno o in parquet ben curato dura per generazioni e può fare la differenza per quanto riguarda l'aspetto estetico dell'intera casa. Dunque, se il parquet sembra avere un aspetto opaco, oppure se recentemente sono stati spostati i mobili e la superficie ha subito dei graffi, è importante migliorare la sua condizione onde evitare che possa peggiorare col tempo. Tutto ciò che serve è un po' di sforzo fisico e alcuni prodotti speciali, appositamente progettati per la pulizia e il ripristino di questo elegante tipo di pavimentazione.

Restaurare il parquet:

Usiamo:
  • Levigatrice,
  • stucco,
  • impregnante all'acqua,
  • fondo poliuretanico,
  • finitura poliuretanica,
  • rullo,
  • aspirapolvere.
bisogna riparare i danni più visibili: se ci sono pezzi di legno staccati o sfogliati, dobbiamo prima eliminare eventuali residui di polvere e trucioli di legno e poi incollare questi pezzi con della colla vinilica impermeabile o con della resina per legno. Per assicurarci che i pezzi aderiscano bene, pressiamoli con degli oggetti pesanti e piani e attendiamo 24 ore in modo da far asciugare bene la colla. Trascorso il tempo necessario, scartavetriamo la superficie fino a quando non apparirà liscia e pulita. È consigliabile eseguire questa operazione con una levigatrice, in quanto manualmente potrebbe risultare un'operazione estenuante e con dei risultati probabilmente imprecisi. Dopo aver levigato bene, si passa alla stuccatura dei graffi e di tutte le eventuali imperfezioni con dello stucco per legno bicomponente, il quale è molto più resistente dei normali stucchi ad acqua. Dopo aver stuccato, aspettiamo che tutto si asciughi bene e poi diamo una seconda passata sempre con la levigatrice, rendendo ancora una volta la superficie liscia; se è necessario, ripetere più volte l'operazione. Ora procediamo con l'impregnazione del legno con dell'impregnante all'acqua del colore che desideriamo, dopodiché lasciamo asciugare per almeno 24 ore. Per la finitura, avremo bisogno di un fondo poliuretanico e una finitura anch'essa poliuretanica, entrambi bicomponenti. Prepariamo il fondo con i rapporti indicati sulla confezione, mescolando con cura al vernice e il catalizzatore; stendiamo poi il fondo su tutta la superficie con un rullo in poliestere e lasciamo asciugare per altre 24 ore, poi levighiamo con della carta vetrata a grana sottile. Infine, prepariamo la finitura e posiamola come abbiamo fatto per il fondo: se il risultato è insoddisfacente, a distanza di 24 ore possiamo applicare un'altra mano di finitura.
 

RESTAURO SCALA IN LEGNO

La scala in legno rappresenta un elemento molto importante all'interno delle abitazioni. Sono presenti svariati tipi, varie forme e generi di questo elemento delle case,  prendiamo in considerazione soltanto una particolare tipologia. Parleremo delle scale realizzate in legno, le quali sono molto utilizzate sia nelle case di campagna che nelle abitazioni al mare, ma non sono da meno in quelle di città. Il loro difetto principale è che necessitano di una buona manutenzione e molto spesso anche di una messa a nuovo dopo diverso tempo, dal momento che il legno tende a corrodersi ed a risentire degli sbalzi termici freddo-caldo che possono esserci in una casa. In questa breve e semplice guida andremo a vedere come è possibile restaurare e quindi rinnovare la propria scala realizzata in legno, in modo da riportarla alla sua originale bellezza.
 

RESTAURO TRAVI IN LEGNO

Capita di trovare delle travi di legno abbastanza vecchie che, esteticamente, potrebbero rivelarsi utili per arredare una stanza in modo rustico, lasciandole visibili anziché ricoprirle con il cartongesso. Il problema è che a volte sono ridotte male, con crepe e pezzi mancanti e bisogna fare opportuni interventi di restauro per risanare le travi. Vediamo allora con questa guida come procedere al risanamento. Le travi, generalmente sono ricavate dal legno di castagno, che è molto duro e quindi resistente. Esse possono avere una forma circolare oppure sono lunghe e sono appoggiate su tutto il perimetro del soffitto. Si sa che le principali cause di invecchiamento del legno sono è dovute a: mancanza di pulizia, mancanza d' aria ed anche ai tarli che prediligono questo legno nonostante sia duro. Dunque, pulire il legno con una spazzola di metallo per eliminare ciò che si è accumulato, compreso la resina, a seguito di crepe naturali del tempo. A questo punto si applichiamo con un pennello del solvente alla nitro e si proteggono le travi con teloni di plastica legati alla struttura con nastro adesivo e chiodi. Dopo circa 15 giorni rimuoviamo i teloni e troviamo sicuramente le larve morte; quindi con una spugna bagnata puliamo le travi. Procediamo ora alla stuccatura di tutte le fessure e le crepe; se quest'ultime sono piuttosto ampie vengono installiamo delle “cravatte “ di ferro, che fungono da morsa tra le singole travi. Dopo l’essiccazione dello stucco, passiamo alla fase di sgrossatura e levigatura con carta abrasiva, poi con una levigatrice spianiamo e levighiamo le superfici delle travi e le rendiamo lisce. Adesso usiamo l'isolante, poi coloriamo con la vernice al nitro di colore marrone scuro o bianche a vostro gusto. Prima di procedere alla fase finale, con un pennello imbevuto nell'aceto e quando la vernice non è ancora essiccata del tutto, possiamo si possono creare delle striature e dei nodi tipici del legno. Infine concludiamo il restauro con del flatting lucido che rende la struttura brillante, elegante e la protegge dalla polvere.  
 
 
 

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

 

Richiedi preventivo

Scrivi qui

Nome Cognome + Città *
E.mail *
Telefono
Scrivi la tua richiesta *
Qual è la somma di *


Website Link Visit Link Here
Ragione sociale

Falegname SoS Legno

Telefono

3471513002

Email

info@soslegno.it

Falegname SI
Mobili Su Misura SI
Stand Fiere Si
Traslochi Si
Sgomberi SI
Restauro SI
Country Italy
State/Province Veneto
distance: 5,166 Kilometers
Address VERONA
Commenti